NEWS


immagine non disponibile
23-06-2012 / 23-07-2012
West Nile Virus



Sul sito del Centro Nazionale Sangue, per tutta la stagione estivo-autunnale 2012, saranno disponibili le indicazioni relative alle misure di prevenzione della trasmissione trasfusionale dell'infezione da West Nile Virus (WNV). Una mappa consultabile e costantemente aggiornata indicherà la distribuzione geografica dei casi umani di infezione da WNV in Europa. Il West Nile virus rientra nel gruppo degli Arbovirus (Arthropod Borne Virus) e appartiene al genere Flavivirus, famiglia Flaviviridae, in cui sono compresi circa 70 virus, la maggior parte dei quali trasmessi da vettore (zecca o zanzara). Questo rende possibile l'infezione all'uomo, sebbene avvenga solo accidentalmente e per oltre l’80% dei casi si tratta di una manifestazione asintomatica. Nel restante 20% dei casi i sintomi sono quelli di una sindrome pseudo-influenzale mentre in un caso su 150 (comprensivi dei sintomatici e asintomatici) l’infezione virale può provocare meningite o meningo-encefalite. L'infezione è trasmessa attraverso la puntura della zanzara del genere culex, presente nei nostri territori, la quale morde un uccello infetto per cibarsi e nuovamente morde un'altra vittima che può essere un essere umano, trasmettendogli la malattia. Per questo è importante agire con tutte le precauzioni del caso: nel 2009 si sono verificati 18 casi di contagio grave nell’uomo in Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia. Sono stati 5 i casi nella provincia di Ferrara, tra cui 2 decessi, 1 caso nella provincia di Bologna, 3 casi nella provincia di Modena, tra cui 1 decesso, 6 casi nella provincia di Rovigo, 1 caso tra la provincia di Rovigo e Venezia con 1 decesso e 2 casi nella provincia di Mantova. Considerando lo scenario epidemiologico che ha caratterizzato l’estate 2009, il Centro Nazionale Sangue ritiene necessario mantenere un elevato livello di attenzione nella stagione estiva. Per questo motivo ha condiviso con i Responsabili dei Centri Regionali Sangue e dei Servizi di Sanità Pubblica delle Regioni Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia, le strategie e gli impegni per adottare le necessarie misure di sorveglianza entomologica sugli animali sentinella e i casi umani.


Per saperne di più e per le mappe geografiche aggiornate:
www.centronazionalesangue


 
Informativa estesa sull'uso dei cookies