NEWS



28-10-2014 / 08-11-2014
Ebola e donazioni di sangue



I paesi interessati dall’epidemia di Ebola (West Africa) sono considerati endemici per malattie tropicali (tra cui la malaria) e l’infezione presenta una fase di incubazione massima di 25 giorni. Di conseguenza, per i candidati donatori, che riferiscono di aver soggiornato in questi paesi, è prevista una sospensione temporanea dalla donazione di sangue ed emocomponenti per un periodo di 60 giorni dal rientro. Tale periodo rappresenta un’adeguata misura di prevenzione del rischio di raccogliere una donazione da un soggetto viremico asintomatico per il virus Ebola.

Il Ministero della Salute italiano ha dato già dato disposizioni per il rafforzamento delle misure di sorveglianza nei punti di ingresso internazionali (porti e aeroporti presidiati dagli Uffici di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera – USMAF) e fornisce costantemente aggiornamenti sull’evoluzione della situazione attraverso comunicati inviati alle Regioni.

Sul sito dell’European Center for Disease and Control (ECDC) sono presenti aggiornamenti sull’epidemia in corso.


 
Informativa estesa sull'uso dei cookies