NEWS



28-11-2014 / 29-11-2014
HIV TEST DAY – 29 novembre, AUSL Romagna



Sabato 29 Novembre 2014

dalle ore 8:00 fino alle ore 12:00


Forlì:

Ospedale Nuovo Morgagni-Pierantoni;

Ambulatorio e Day hospital Malattie infettive Ser.T 

Cesena:

Ospedale Bufalini-Marconi-Angioloni

 

logo evento

L’infezione da HIV è una condizione cronica: una cura efficace può ridurre il virus a quantità non dosabili, ma non riesce ancora eliminarlo dall’organismo, per cui la terapia, che è impegnativa e onerosa, deve essere assunta per tutta la vita.

Il maggior beneficio della terapia si ha se viene assunta precocemente.
Ma uno dei problemi che persistono nel nostro paese è il ritardo di diagnosi: quasi il 50% delle persone scoprono di avere contratto il virus HIV dopo molti anni dal momento dell’infezione (questo perché i sintomi sono tardivi). Nel frattempo, il virus avrà certamente prodotto danni alle difese immunitarie della persona, e possono esserci state trasmissioni inconsapevoli durante contatti sessuali non protetti.
Se è a tutti nota l’importanza della prevenzione primaria, legata a comportamenti sessuali responsabili e all’uso del profilattico, non si può trascurare, per quanto sopra esposto, la sollecitazione ad una diagnosi precoce.
Per questo, aderendo alle raccomandazioni in tal senso che vengono dalla Commissione Europea (HIV TEST WEEK) si promuove il test per l’HIV con una giornata di apertura straordinaria, dalle 8 alle 12 dei punti di prelievo, che è stata fissata  per sabato 29 novembre.
 
La giornata del 29 novembre vuole un effetto di sensibilizzazione e di invito a superare la paura del test, che, come accade per tutte le malattie percepite come gravi o stigmatizzanti, può paralizzare la persona, impedendo così una diagnosi e una presa in carico tempestiva.
In via ordinaria il test per l’HIV in Emilia Romagna è sempre gratuito, può essere richiesto dal medico di famiglia ma può essere effettuato anche senza richiesta medica in tutti i punti segnalati nel materiale allegato.
 
Andamento dell’infezione da HIV nella nostra regione, in AUSL Romagna e in Provincia di Ravenna
Secondo i dati del sistema di sorveglianza dell’infezione da HIV in Emilia Romagna, attivo dal 2006, mediamente, nell’intero periodo 2006-2013, si sono osservati  tra i residenti in Emilia-Romagna  8,7 nuovi casi ogni 100.000 abitanti, mentre nell’ultimo anno analizzato, il 2013, il tasso è stato pari a  6,7 /100.000,  in sensibile diminuzione rispetto ai valori precedenti che  mostravano una certa stabilità.
Si confida che tale diminuzione, presente anche nelle tre province della Romagna e marcata a Ravenna, possa essere confermata nei prossimi anni.
In tutto il territorio della Romagna, nel periodo 2006-2013 l’incidenza di nuovi casi di infezione da virus HIV è stata relativamente alta , superiore alla media regionale e nazionale: circa 1 nuovo caso ogni 10.000 abitanti all’anno.
 
In allegato i file della locandina e della cartolina dell'iniziativa

 


Documenti allegati


 
Informativa estesa sull'uso dei cookies