NEWS



29-09-2015 / 05-10-2015
Errori trasfusionali
Il messaggio del Presidente di Avis Emilia-Romagna


A nome di tutti i volontari, le volontarie e il personale di Avis Emilia-Romagna desidero esprimere vicinanza e preoccupazione per il paziente che versa in gravi condizioni di salute a causa di un errore trasfusionale, e alla sua famiglia. Nella nostra regione un errore ABZERO non si verificava da oltre trent'anni e, come Presidente di un'Associazione di donatori di sangue, sono rattristato e scosso dall'incidente ma fiducioso che le inchieste in atto, della magistratura ordinaria e interna all'ospedale Maggiore di Bologna, possano fare piena luce su quanto accaduto. Sono inoltre speranzoso che tutto possa risolversi per il meglio, auspicando nella piena guarigione di una persona già sofferente, tanto che affidata alle cure di personale medico. Sebbene le procedure di sicurezza nella catena trasfusionale siano state recentemente perfezionate, l'errore è sempre purtroppo possibile. Al di là dell'imponderabile mi impegno, insieme ad Avis, a fare tutto quanto sia in nostro potere per contribuire a un sistema di controlli che renda maggiormente sicure le procedure trasfusionali.

Andrea Tieghi - Presidente di Avis Emilia-Romagna


 
Informativa estesa sull'uso dei cookies