NEWS



11-04-2015 / 18-04-2015
Riforma Terzo settore, il primo sì della Camera



 

La Camera ha votato oggi la riforma del Terzo settore, dell'impresa sociale e del servizio civile. Favorevoli i partiti della maggioranza governativa, contrari Sel e Movimento 5 Stelle, astenuta Forza Italia.


Pierpaolo Vargiu, presidente della Commissione Affari Sociali, ha commentato così la norma: “E' un manifesto contro la sfiducia verso il prossimo, il declinismo e la disgregazione. Una legge di valore che sprigiona valori positivi, un giusto riconoscimento per chi lavora nel mondo del Terzo settore e troppo spesso fa quello che lo Stato non riesce a fare. Dal governo è arrivato un vero e proprio Social Capital Act, una proposta di forte innovazione che il Parlamento ha migliorato”.

Edoardo Patriarca, presidente del Centro Nazionale Volontariato e deputato, ha commentato che "siamo di fronte a uno dei momenti più significativi della legislatura. Come portate la si potrebbe inquadrare al livello di una riforma costituzionale. Abbiamo disegnato una nuova cornice che si pone l’obiettivo di valorizzare al massimo le potenzialità del protagonismo dei cittadini. Ma non creiamoci illusioni. Da sola una legge, anche se buona, non basta. E poi c’è il rammarico dei voti contrari".

Il provvedimento passerà ora alla discussione in Senato prima di diventare legge a tutti gli effetti.

 
Informativa estesa sull'uso dei cookies