NEWS



04-11-2016 / 05-11-2016
5 novembre
Giornata ricerca sul cancro


Il 5 novembre si ricorda in tutta Italia la “Giornata per la ricerca sul cancro” e moltissime saranno le iniziative di sensibilizzazione organizzate nel fine settimana.

Sono oltre 5.000 i ricercatori (il 40% dei quali sotto i 40 anni) impegnati in questa battaglia quotidiana, accompagnati da 4 milioni e mezzo di sostenitori e 20 mila volontari. Grazie a tutte queste persone Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro) solo nell’ultimo anno ha potuto destinare oltre 104 milioni di euro al finanziamento di 615 progetti di ricerca e 190 borse di studio. Per continuare in questa direzione sono in corso fino a domenica 6 novembre "I giorni della ricerca", il tradizionale appuntamento per informare il pubblico sui progressi della ricerca oncologica e raccogliere nuove risorse da destinare al lavoro dei ricercatori. Sono coinvolte 900 piazze, trasmissioni televisive e radiofoniche della Rai, università, più di 60 scuole e gli stadi di calcio della Serie A.
 
E in tema di ricerca sul cancro sono incoraggianti i risultati conseguiti in questi anni. In Italia in particolare si guarisce di più, come testimoniano gli ultimi dati che ci pongono al vertice in Europa per le guarigioni: la sopravvivenza a cinque anni è aumentata notevolmente rispetto a quella dei casi diagnosticati nei cinque anni precedenti sia per gli uomini (55%), sia per le donne (63%). Su questo risultato positivo ha influito il miglioramento della sopravvivenza per alcune delle neoplasie più frequenti: colon-retto (60,8% per il colon, 58,3% per il retto), seno (85,5%) e prostata (88,6%). Si tratta di dati incoraggianti anche se l’allarme resta alto per i nuovi casi di cancro

 
Informativa estesa sull'uso dei cookies