Compagnia OGM: Il Fango e l’Anima

E’ in programma per il 20 novembre, alle ore 20,30, teatro Diego Fabbri Forlì, lo spettacolo teatrale organizzato dalla Compagnia OGM a favore di Avis Forlì.

Un invito caloroso a partecipare è esteso a tutta la cittadinanza.

Per informazioni e prenotazioni:

http://www.compagniaogm.it/

https://www.facebook.com/OGM2011/?hc_ref=PAGES_TIMELINE



“PARIGI 1815”  dei registi Andrea Zoli e Romina Zoli .

Lo spettacolo è una rivisitazione interamente inedita del celebre musical Les Miserable – di Claude-Michel Schönberg –  ma si mantiene largamente fedele all’opera letteraria originale di Victor Hugo. L’azione si svolge in Francia tra il 1815 e il 1832 periodo storico caratterizzato dal tentativo del monarca Carlo X di restaurare l’antico regime con i suoi privilegi. Jean Valjean è il prigioniero numero 796, condannato ai lavori forzati per un reato banale. Rilasciato a seguito di un’amnistia prova a ricostruirsi una vita nonostante la galera lo abbia corrotto moralmente. L’incontro e la carità del vescovo Monsignor Myriel lo spingono a cambiare il suo destino ma per fare ciò fugge all’obbligo di sorveglianza e comincia a vivere in incognito fino a divenire, con il nome di Monsieur Madeline, sindaco ed imprenditore arricchito a Montreuil sur Maire. Braccato dall’ispettore Javert, Valjean incrocia il prorpio destino con quello della sua operaia Fantine provocandone dapprima involontariamente la rovina poi accudendola nel momento della morte e promettendole di proteggere la figlia Cosette affidata a due loschi locandieri. Valjean cambia paese ed identità nel tentativo di fuggire all’ispettore Javert ma invano, perché i loro destini si incrociano ancora una volta…sullo sfondo di questa storia si intersecano le vicende del popolo francese dell’epoca, i miserabili, gruppo eterogeneo composto da reietti e diseredati,  persone cadute in miseria, ex forzati, prostitute, monelli di strada, studenti in povertà sostenitori di valori universali.  Un musical corale fatto da personaggi indimenticabili nel bene e nel male, un canto che parla d’amore, coraggio, perdono e giustizia sociale così concreto ed attuale che nella sostanza sembra ambientato ai giorni nostri. Una storia di cadute e di risalite, di peccati e di redenzione cantata e recitata per il nostro pubblico lungo un ipotetica spirale della vita in cui ciascuno trova il suo posto.

 


Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Diventa Donatore

Entrare a far parte della grande famiglia dei donatori Avis è davvero semplicissimo! Clicca subito qui sotto e prenota la tua prima visita e le analisi del sangue gratuite