Tatuaggi e piercing

 

Tatuaggi e piercing espongono il fegato al rischio di epatite e gli adolescenti italiani sembrano non esserne abbastanza consapevoli. A rivelarlo è un’indagine dell’Università di Roma “Tor Vergata” che ha coinvolto 2.500 liceali.

Se l’80% dei ragazzi ha affermato di essere a conoscenza dei rischi d’infezione, solo il 5% è informato correttamente sulle malattie che possono essere trasmesse

 
Eppure il 27% del campione ha dichiarato di avere almeno un piercing, il 20% sfoggia un tatuaggio e sono ancora di più gli ‘aspiranti’: il 20% degli intervistati ha dichiarato l’intenzione di farsi un piercing e il 32% di ornare la pelle con un tatuaggio.

leggi articolo completo su Quotidiano Sanità

 
 

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Diventa Donatore

Entrare a far parte della grande famiglia dei donatori Avis è davvero semplicissimo! Clicca subito qui sotto e prenota la tua prima visita e le analisi del sangue gratuite