Avisiadi 2016

 

Con la vittoria dei giovani della Liguria, davanti ai coetanei delle Marche e del Piemonte, si sono concluse nel fine settimana a San Donato Milanese (hotel Crowne Plaza) le Avisiadi.

Oltre alla vittoria ligure sul campo, c’è stato però la grande vittoria di tutti i 100 giovani donatori partecipanti, che per 3 giorni hanno giocato e dialogato sul tema dello sport e dei valori della solidarietà e dell’altruismo.
Sulla scia delle recenti paralimpiadi di Rio de Janeiro, gli avisini hanno gareggiato in competizioni che in diverse maniere hanno costretto a riflettere sul tema della disabilità (Torball, dodgeball, corsa con tre gambe).
Il gran finale è stato rappresentato dal convegno di domenica mattina, “Il valore e i valori dello sport: stili di vita e solidarietà senza barriere”.
Sotto la regia del moderatore, il giornalista Roberto Bof (esperto di sport e disabilità), sono intervenuti importanti esponenti del mondo dello sport e della disabilità: Marco Rasconi (presidente Uildm e giocatore di hockey in carrozzina), Daniele Cassioli (sciatore nautico ipovedente), Daniela Trevisan (atleta di hockey in carrozzina) e Alfredo Marson (presidente di Briantea 84, società di basket in carrozzina).
A portare un saluto, oltre al presidente di AVIS NAZIONALE, Vincenzo Saturni, sono stati anche Maria Cristina Pisani, portavoce del Forum Nazionale Giovani e Alessandro De Tursi, presidente Regionale Libertas Lombardia.
 
“E non ricordiamoci di loro – ha concluso Bof – solo quando ci sono grandi eventi come le Paralimpiadi!”.
Tra aneddoti e domande divertenti dal pubblico, la mattinata è stata caratterizzata da testimonianze culminate nel video “Una vita alla luce del sole” che racconta la storia di Daniele Cassioli.
 

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Diventa Donatore

Entrare a far parte della grande famiglia dei donatori Avis è davvero semplicissimo! Clicca subito qui sotto e prenota la tua prima visita e le analisi del sangue gratuite