GIORNATA INTERNAZIONALE DEL VOLONTARIATO

Giornata internazionale del volontariato

Giornata internazionale del volontariato, l’obiettivo è un futuro condiviso

Domenica 5 dicembre si celebra la 36esima edizione dell’iniziativa indetta dalle Nazioni Unite. Anche AVIS Nazionale ha adottato il claim della campagna promossa dall’ONU

Diventa volontario per un futuro condiviso. La versione originale è “Volunteer now for our common future”. È il claim scelto per quest’anno da UNV (United nations volunteers), il programma delle Nazioni Unite, per il 5 dicembre, data in cui ogni anno si celebra la “Giornata internazionale del volontariato”.

Obiettivo di questo appuntamento è, come sempre, riconoscere e promuovere l’impegno instancabile non solo dei volontari dell’ONU, ma di tutto il mondo: persone che dedicano tempo e sforzi per favorire l’inclusione di coloro che troppe volte vengono lasciati indietro e incentivare il raggiungimento degli obiettivi contenuti proprio nell’Agenda 2030. Mettersi in gioco per garantire alle generazioni future un mondo migliore su temi come i cambiamenti climatici e lo sviluppo sostenibile.

Ecco perché la campagna di quest’anno si focalizza sul coinvolgimento, sul far sì che ognuno si senta parte attiva di questa mobilitazione globale verso il prossimo. “Quando le persone sono incoraggiate a impegnarsi nella risoluzione dei problemi, è più probabile che le soluzioni siano fattibili e durature. I volontari ispirano le comunità e costruiscono un movimento incentrato sugli altri per aiutare a costruire un futuro migliore e più sicuro per tutti”, questo il senso dell’iniziativa.

AVIS Nazionale, attraverso i suoi canali social, ha condiviso una serie di post utilizzando il materiale di comunicazione messo a disposizione da UNV, personalizzando le immagini per raccontare l’importanza della cultura del dono. “Il 5 dicembre è la festa di tutti i volontari del mondo – commenta il presidente Gianpietro Briola – il giorno in cui viene ribadito ancora una volta il valore straordinario di coloro che ogni giorno, senza chiedere nulla in cambio, mettono se stessi e le proprie competenze al servizio del prossimo. Più volte è stato sottolineato come questo settore sia stato strategico nel nostro Paese, e non solo, per la gestione dell’emergenza sanitaria generata dalla pandemia. E in tutto questo i donatori di sangue e plasma non hanno certo fatto eccezione, continuando ad assicurare terapie salvavita a migliaia di pazienti. Non è un caso se proprio dall’Italia sia partito l’appello per chiedere all’UNESCO di riconoscere il volontariato come bene immateriale dell’umanità. Grazie ai nostri donatori, grazie a tutti i volontari del mondo. Il 5 dicembre è la festa di tutti noi”.

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Diventa Donatore

Entrare a far parte della grande famiglia dei donatori Avis è davvero semplicissimo! Clicca subito qui sotto e prenota la tua prima visita e le analisi del sangue gratuite